Percorsi mtb sulle Alpi Liguri
Itinerario 72
Discesa dal forte Giaura a Panice

Vai agli altri itinerari della zona


Aggiornamento: 8/2011
Punto di partenza: Forte Giaura
Come arrivare: Il forte è raggiunto dall'itinerario 71.
Itinerario.
Scendiamo dalla spalla erbosa che domina la fortezza seguendo i tornanti della strada e raggiungiamo il piazzale del forte Giaura (km 1).
Seguiamo la strada di accesso e dobbiamo superare alcuni cumuli di frana. Facciamo grande attenzione ad alcuni tratti esposti e raggiungiamo il bivio col sentiero (km 1,5) dove vanno i segnavia.
Svoltiamo a sinistra nel sentiero che scende al minuscolo Laghetto dell'Abisso e prosegue con qualche saliscendi.
Attraversiamo faticosamente molte pietraie impedalabili e raggiungiamo finalmente la strada miltare (km 2,4).
La strada scende ad un valico (km 2,8; Bassa Sovrana di Margheria) e prosegue in lieve salita.
Incontriamo un bivio (km 3,3) dove lasciamo a destra il segnavia e proseguiamo sulla strada che avanza quasi pianeggiante tagliando le pendici occidentali della Cima di Salauta.
Attraversiamo il crinale e giungiamo vicinissimi alla sella (km 4,7) tra il Forte Pernante e la Cima di Salauta.
Proseguiamo sulla strada raggiungendo un bivio (km 5,3) dove andiamo a sinistra e scendiamo al primo tornante (km 5,4).
Lasciamo la strada ed andiamo a destra per qualche metro trovando un sentiero. Svoltiamo a sinistra e seguiamo il sentiero, non segnalato ma evidente, che corre sul filo del crinale della Val Roia.
Un'ultima discesa ripida ci porta alla strada sterrata (km 6,3) che seguiamo a sinistra per raggiungere il Col di Tenda (km 6,8).
La strada carrozzabile ci porta a Limone 1400 o Panice Soprana (km 13,8).
Dislivello: -980 m.
Ciclabilità: 96%
Asfalto: 49%
Osservazioni:

mappa  gps  foto


Go down from Giaura fortress to Panice

Updating:
8/2011
Start point: Giaura Fortress
How to arrive: The fort is attained by the itinerary 71.
Itinerary.
We go down from the grassy shoulder that dominates the fortress following the hairpin bend of the road and we reach the square of the Giaura fortress (km 1).
We follow the road of access and we have to overcome some heaps of landslide. We watch out to some exposed tracts and we reach the fork with the path (km 1,5) where the trail signs go.
We turn to the left in the path that goes down to the minuscule Laghetto of the Abisso and it continues with some ups and downs.
We laboriously cross a lot of not cycle stony ground and we finally reach the military road (km 2,4).
The road goes down to a pass (km 2,8; Bassa Sovrana of Margheria) and it continues in light ascent.
We meet a fork (km 3,3) where we leave to the right the trail sign and we continue on the road that almost level advances cutting the western slopes of the Cima of Salauta.
We cross the ridge and we come near to the saddle (km 4,7) between the Pernante fortress and the Cima of Salauta.
We continue on the road reaching a fork (km 5,3) where we go to the left and we go down to the first hairpin bend (km 5,4).
We leave the road and we go to the right for some meter finding a path. We turn to the left and we follow the path, not signalled but evident, that races on the edge of the ridge of the Val Roia.
A last steep descent brings us to the metalled road (km 6,3) that we follow to the left for reaching the Colle di Tenda (km 6,8).
The carriage road brings us to Limone 1400 or Panice Soprana (km 13,8).
Gradient: -980 ms.
Cycle: 96%
Asphalt: 49%
Observations: