Percorsi mtb sulle Alpi Liguri
Itinerario 75
Discesa da Artesina a Norea

Vai agli altri itinerari della zona


Aggiornamento: 5/2012
Punto di partenza: Artesina
Come arrivare: Il paese è raggiunto dall'itinerario 31.
Itinerario.
Seguiamo la strada che sale tra gli impianti di sci ed i palazzoni. Superiamo il rifugio FIE (normalmente chiuso) e continuiamo a salire fino all'ultima curva (km 1).
Prendiamo a sinistra l'evidente strada sterrata e sassosa che sale ripida. Teniamo la destra ad un bivio e saliamo faticosamente sulla strada larga e ripida.
Quando la pendenza diminuisce (km 1,4) proseguiamo con minore fatica, superiamo una sorgente ed affrontiamo la breve rampa che ci porta al valico la Celletta (km 1,8).
Lasciamo la sterrata, che prosegue per La Turra, ed entriamo nel prato a destra.
Scendiamo direttamente cercando le deboli tracce di passaggio ed i rari e scoloriti segnavia arancioni.
Lentamente le tracce prendono la forma di una vaga mulattiera erbosa che scende con innumerevoli tornanti.
E' difficile seguire esattamente il giusto percorso ma comunque tutte le piste portano alla base del vallone prativo dove confluiscono in una strada forestale.
La seguiamo a destra fino a che termina sulla sterrata maggiore che sale da Baracco (km 3,7).
Seguiamo a destra la strada giungendo al vicino Colletto del Pin (o Stallo Colletto; km 4).
La tre strade che partono da Stallo Colletto non portano a Baracco e quindi dobbiamo seguire lo stradone che scende.
Perdiamo quota seguendo l'ampia sterrata carrozzabile che termina a Baracco (km 6,3).
Non seguiamo la strada asfaltata a destra ma entriamo nel paese e raggiungiamo la chiesa (km 6,5).
Sul sagrato lasciamo a sinistra la variante 75.1 e proseguiamo diritti nella strada che sale tra le case.
Attraversiamo uno slargo con fontana e scendiamo all'ultima casa (km 6,6) dove lasciamo il lastricato per girare a destra in uno spiazzo erboso.
Imbocchiamo la mulattiera e scendiamo con percorso rettilineo e facile attraverso il bosco.
Usciamo su una strada sterrata (km 7,2) e la seguiamo a destra fino a raggiungere l'asfalto (km 7,4).
Giriamo a sinistra e seguiamo la strada fino a Norea ed al ponte sull'Ellero (km 8,7).
Dislivello: -830 m. +210 m.
Ciclabilità: 99%
Asfalto: 26%
Osservazioni:
Variante 75.1.
Sul sagrato svoltiamo a sinistra prendendo una strada erbosa che scende ad incrociare una strada maggiore che seguiamo a destra.
La strada esce dal paese e scende costeggiando i prati. Superiamo un masso con incisioni e giungiamo ad un bivio (km 0,3) dove lasciamo la strada per prendere la mulattiera a sinistra.
Scendiamo senza particolari difficoltà sull'antica strada ancora in parte lastricata.
La mulattiera termina (km 0,9) su una strada asfaltata che seguiamo a destra.
Imbocchiamo la stretta strada asfaltata che percorre la riva destra del torrente Ellero e le seguiamo fino a Norea (km 2,8). Maggio 2012. Ciclabilità 100%.

 mappa  foto  gps


Descent from Artesina

Updating:
5/2012
Start point: Artesina
How to arrive: The village is reached by the itinerary 31.
Itinerary.
We follow the road that climbs among the ski plants and the blocks of flats. We overcome the refuge FIE (normally closed) and we keep on climbing up to the last curve (km 1).
We take to the left the evident rough and stony road that climbs steep. We hold the right to a fork and we laboriously go up on the wide and steep road.
When the inclination decreases (km 1,4) we continue with smaller work, we overcome a source and we face the short ramp that brings us to the pass the Celletta (km 1,8).
We leave the dirt road, that continues to La Turra, and we enter to the right the lawn.
We directly go down looking for the weak traces of passage and the rare and faded orange trail signs.
Slowly the traces take the form of a vague grassy mule-track that goes down with innumerable hairpin bends.
It's difficult to exactly follow the correct run but however all the footsteps bring at the base of the meadow valley where they meet in a forest road.
We follow to the right it up to that it finishes on the greater dirty road that climbs from Baracco (km 3,7).
We follow to the right the road reaching the near Pass of the Pin (or Stallo Colletto; km 4).
The three roads that depart from Stallo Colletto don't bring to Baracco and therefore we have to follow the wide road that goes down.
We lose quota following the ample unsurfaced carriage road that finishes to Baracco (km 6,3).
We don't follow the asphalted road to the right but we enter the country and we reach the church (km 6,5).
On the church square we leave to the left the variation 75.1 and we continue straight on the road that climbs among the houses.
We cross a square with fountain and we go down to the last house (km 6,6) where we leave the pavement to turn to the right in a grassy square.
We take the mule-track and we go down with rectilinear and easy run through the wood.
We go out on an dirty road (km 7,2) and we follow to the right it up to reach the asphalt (km 7,4).
We turn to the left and we follow the road up to Norea and to the bridge on the Ellero (km 8,7).
Gradient: -830 ms. +210 ms.
Cycle: 99%
Asphalt: 26%
Observations:
Varying 75.1.
On the church square we turn to the left taking a grassy road that goes down to cross a greater road that we follow to the right.
The road goes out of the country and goes down skirting the lawns. We overcome a rock with incisions and we come to a fork (km 0,3) where we leave the road to take to the left the mule-track.
We go down without particular difficulties on the ancient partly paved road.
The mule-track finishes (km 0,9) on a asphalted road that we follow to the right.
We take the hold asphalted road that it crosses the right shore of the stream Ellero and we follow it up to Norea (km 2,8). May 2012. Cycle 100%.