Percorsi mtb sulle Alpi Liguri
Itinerario 82
Discesa dal Bocchin dell'Aseo a Bossea

Vai agli altri itinerari della zona


Aggiornamento: 8/2012
Punto di partenza: Bocchin dell´Aseo
Come arrivare: Il passo è raggiunto dall'itinerario 77.
Itinerario.
Scendiamo in direzione nord seguendo il sentiero di salita. Il sentiero è largo e ripido, non particolarmente difficile. Trascuriamo il sentiero che va in direzione del Colletto Revelli e scendiamo ancora.
Il sentiero curva a sinistra ed attraversa la base della parete del Mongioie con percorso quasi interamente ciclabile.
Ormai in vicinanza del lago Raschera non seguiamo le tracce che scendono verso il lago ma restiamo sul sentiero principale che corre su un basso crinale e giunge ad un bivio (km 1,3) con una palina segnaletica.
Lasciamo il sentiero e voltiamo a destra (indicazioni per Stalla Bourch). La traccia svanisce subito. Attraversiamo una zona tormentata da piccoli crinale e doline mantenendo la direzione verso est.
Ci affacciamo su una valle e scendiamo direttamente evitando tracce di passaggio lasciate dalle mandrie.
Sul fondovalle l'erba è segnata da un evidente sentiero che ci porta (km 1,8) alla sponda di un lago ormai colmato.
Costeggiamo la sponda settentrionale, attraversiamo un ruscello e saliamo alle rovine di un gias (km 2).
Voltiamo a sinistra e troviamo un sentiero che ci permette di scendere al piano sottostante.
Attraversiamo il pascolo senza tracce di passaggio ma puntando al prefabbricato in lamiera usato dai pastori.
Dal prefabbricato (km 2,5) parte un evidente sentiero segnalato che scende ripido al vicino piano.
Una breve salita ci porta in una zona piena di massi dove l'orientamento è difficile. Io mi sono tenuto troppo a destra, perso il sentiero principale, e ho seguito quello diretto alla Costa del Prel.
Scendiamo per magri pascoli cosparsi di pietre e scendiamo alla caratteristica conca erbosa (km 3,2) dove confluiamo sull'itinerario 27 che ora seguiremo per un po'.
Svoltiamo a sinistra e raggiungiamo il sentiero principale (km 3,4).
Il sentiero percorre un avvallamento e raggiunge l'inizio della bastionata che sbarra la valle.
Scendiamo con difficoltà sul sentiero molto rovinato, talvolta molto fangoso. Il sentiero presenta lunghe diagonali collegate da tornanti spesso rovinati dal bestiame.
Infine usciamo sui prati alla base del salto ed incontriamo lo slargo dove arrivano i camion di trasporto degli animali (km 4,4).
La strada scende senza difficoltà fino al punto più basso (km 5,2) dove inizia una salita.
Giungiamo al bivio (km 6,1) dove lasciamo il percorso 27 per svoltare a destra.
La strada forestale scende molto ripida e con sette tornanti fino al ponte sul rio Raschera (km 8).
La strada continua a scendere con pendenza più contenuta fino al ponte sul rio Sbornina (km 10) nei pressi delle Stalle Bourch.
Seguiamo l'ampia sterrata che costeggia il torrente e termina sulla strada asfaltata (km 12,5) che, seguita a destra, porta a Bossea (km 13,8).
Dislivello: -1500 m.
Ciclabilità: 95%
Asfalto: 9%
Osservazioni: percorso sconsigliabile in caso di poca visibilità. E' un itinerario che potrebbe essere utilizzato per salire al Bocchin dell'Aseo, ma la recente strada forestale è troppo ripida per essere ciclabile ed è quindi preferibile utilizzare la prima parte dell'itinerario 27.

mappa  gps  foto


Go down from Bocchin dell'Aseo to Bossea

Updating:
8/2012
Start point: Bocchin dell´Aseo
How to arrive: The Pass is reached by the itinerary 77.
Itinerary.
We go down in direction north following the path of slope. The path is wide and steep, not particularly difficult. We neglect the path that goes to direction of the Revelli Pass and we still goes down.
The path curve to the left and it crosses the base of the wall of the Mongioie with almost entirely cycle run.
By now in proximity of the lake Raschera we don't follow the traces that go down toward the lake but we stay on the main path that races on a low ridge and it comes to a fork (km 1,3) with a descriptive ranging rod.
We leave the path and we turn to the right (indications for Stalla Bourch). The trace it immediately fades away. We cross a zone tormented by small ridge and dolinas maintaining the direction toward east.
We lean out on a valley and we directly go down avoiding traces of passage left by the herds.
On the valley floor the grass is marked by an evident path that brings us (km 1,8) to the bank of a lake by now filled.
We skirt the northern bank, we cross a brook and we go up to the ruins of a "gias" (km 2).
We turn to the left and we find a path that allows us to go down to the underlying plan.
We cross the pasture without traces of passage but aiming to the prefabricated in plate used by the shepherds.
From the prefabricated construction (km 2,5) it begins an evident signalled path that it goes down steep to the close plain.
A short slope brings us in a zone full of rocks where the orientation is difficult. I stayed too to the right, losted the main path and I have followed that forehand to the Costa of the Prel.
We go down for thin pastures cocovered by stones and we go down to the characteristic grassy basin (km 3,2) where we meet on the itinerary 27 that now we will follow for some.
We turn to the left and we reach the main path (km 3,4).
The path crosses a subsidence and reaches the beginning of the wall that closes the valley.
We go down with difficulty on the very ruined path, sometimes very muddy. The path offers long diagonals linked by hairpin bends often ruined by the livestock.
We finally go out on the lawns at the base of the jump and we meet the square where the trucks of transport of the animals arrive (km 4,4).
The road goes down without difficulty up to the lowest point (km 5,2) where a slope begins.
We reach the fork (km 6,1) where we leave the run 27 to turn to the right.
The forest road goes down very steep and with seven hairpin bends up to the bridge on the brook Raschera (km 8).
The road continues to go down with more contained inclination up to the bridge on the brook Sbornina (km 10) near the Stalla Bourch.
We follow the ample dirt road that skirts the stream and ends on the asphalted road (km 12,5) that, follows to the right, leads to Bossea (km 13,8).
Gradient: -1500 ms.
Cycle: 95%
Asphalt: 9%
Observations: unadvisable run in case of little visibility. It's an itinerary that could be used for climbing to the Bocchin of the Aseo, but the recent forest road is too much steep to be cycle and is therefore preferable to use the first part of the itinerary 27.