Percorsi mtb sulle Alpi Liguri
Itinerario 94
Discesa dal Gias Mascarone di Mezzo a Certosa

Vai a tutti i percorsi della zona


Aggiornamento: 8/2017
Partenza: Gias Mascarone
Come arrivare: Il gias è raggiunto dall'itinerario 29 e dall'itinerario 36
Itinerario.
Partiamo dal gias per prendere la mulattiera che scende dietro alla costruzione.
Lasciamo a destra l'itinerario 30 (km 0,4) e proseguiamo sulla strada che sale con qualche parte ripida.
A un bivio (km 0,9) lasciamo la strada e saliamo a sinistra.
Superiamo un abbeveratoio (km 1,2), saliamo ancora un poco e scendiamo verso il Gias Crösa.
Poco prima di raggiungere gli edifici saliamo a sinistra in modo da passare a monte delle costruzioni (km 1,7).
Il sentiero sale ripido a una spalla e al vicino bivio seguente (km 2) dove andiamo diritto.
Percorriamo una parte in moderata salita ma con qualche passaggio roccioso e arriviamo a una spalla (km 2,3) della Cima Piastra da dove vediamo la prosecuzione del sentiero.
Scendiamo brevememente a una sella (km 2,5) e riprendiamo la salita.
Passiamo a fianco di una pozza e saliamo più ripidamente.
Il sentiero sparisce quando ormai siamo in vista dell'ometto che sorge sul Valico del Cars (km 2,9).
Scendiamo verso occidente su un buon sentiero attraverso il pascolo.
Purtroppo dopo un centinaio di metri il sentiero scompare: cerchiamo di non perdere la palina a sinistra che indica la prosecuzione della discesa.
Il vago sentiero perde quota con qualche tornante in direzione del ruscello, il percorso non è obbligato ma dobbiamo stare attenti alle irregolarità nascoste sotto l'erba.
Scendiamo a lungo nell'erba alta fino a raggiungere il punto più basso (km 4,5) sul fondo della Valötta dove il sentiero cambia completamente aspetto.
Saliamo moderatamente sul sentiero pulito e largo quasi due metri.
A un bivio (km 4,5) svoltiamo a sinistra e arriviamo a pochi metri dal Gias Soprano del Pari (km 4,6) utilizzato dalla sorveglianza del Parco.
Il largo sentiero prosegue a destra nel pascolo ed entra in una foresta di grandi alberi (km 4,7; abeti e larici).
Scendiamo con qualche tornante e usciamo di nuovo nel pascolo.
La ripida discesa termina a un ruscello dove inizia una lunga traversata verso sinistra.
Superiamo il Gias di Mezzo del Pari km 6,2) oltre il quale prosegue la discesa diagonale.
Superiamo un colletto (km 6,7) sul boscoso crinale della Testa del Pari dopo il quale inizia una discesa che, con una trentina di tornanti, ci porta sul sentiero naturalistico (km 8).
Seguiamo il sentiero a destra, in comune con l'itinerario 61.
Attraversiamo alcune aree picnic a breve distanza dalla strada e arriviamo a incrociare una strada sterrata (km 9,5) che attraversiamo per proseguire sul sentiero.
Arriviamo sulla strada (km 9,7) che costeggia le mura della Certosa e la seguiamo a sinistra fino ai parcheggi (km 10).
Dislivello: -1080 m.
Ciclabilità: 94%
Asfalto: -%
Osservazioni:

mappa  gps  foto  foto  foto  foto  foto  foto  foto  foto


Updating: 2017/08
Start point: Gias Mascarone
How to arrive: The alp is reached by the itinerary 29 and by the itinerary 36.
Itinerary.
We start from the gias to take the mule track that goes down behind the building.
We leave the itinerary 30 (km 0,4) and continue on the road that climbs somewhere steep.
At a junction (km 0.9) we leave the road and climb left. We overtake a watering place (km 1,2), we go up a little further and go down to Gias Crösa.
Just before reaching the buildings we go left to pass upstream the Gias (km 1.7).
The trail climbs steeply to a shoulder and at the next junction (km 2) where we go straight. We walk a moderately uphill section but with some rocky passage and reach a shoulder (km 2,3) of the Piastra Peak where we see the continuation of the path.
We go down descend briefly to a saddle (km 2.5) and resume climbing. We pass by a puddle and climb steeply.
The trail disappears when we are now in sight of the cairn that rises on the Cars Pass (km 2.9).
We go west on a good path through the pasture. Unfortunately after a hundred meters the path disappears: we try not to lose the left hand pole indicating the continuation of the descent.
The vague path loses height with some hairpin bend in the direction of the stream, the path is not compulsory and we have to be careful about the irregularities hidden under the grass.
We go down long in the grass up reach the lower point (km 4,5) at the bottom of the valley where the path changes completely.
We climb moderately on a clean path and almost two feet wide.
At a junction (km 4,5) we turn to the left and arrive just a few meters from the Gias Soprano del Pari (km 4,6) used by the Park Sourveillance.
The wide path continues to the right in the pasture and enters a forest of large trees (km 4,7, fir and larch).
We go down some hairpin bend and go out again in the pasture. The steep descent ends at a stream where a long crossing to the left begins.
We overtake the Gias Mezzano del Pari km 6,2) beyond which continues the diagonal descent.
We overtake a pass (km 6,7) on the wooded ridge of the Head of the Pari after which begins a descent that, with some thirty bends, takes us on the naturalistic trail (km 8).
We follow the path to the right, in common with the itinerary 61.
We cross some picnic areas a short distance from the road and we come across a dirt road (9.5 km) that we cross to continue on the path.
We arrive on the road (km 9,7) skirting the Certosa wall and follow it to the left to the car parks (km 10).
Altitude difference: -1080 m.
Cycle: 94%
Asphalt: -%
Comments: