Itinerari mtb in Alpi Marittime
Itinerario 19
Discesa da Palanfrè a Vernante, 1

Vai a tutti i percorsi della zona


Aggiornamento: 5/2015
Partenza: Palanfrè
Come arrivare: Il paese sorge al termine della SP278 che inizia a Vernante e risale la Valle Grande.
Itinerario.
Partiamo dalla chiesa che sorge all'ingresso di Palanfrè e scendiamo seguendo la SP fino alla prima curva dove giriamo a sinistra e percorriamo il piazzale parcheggio fino al suo termine (km 0,3).
Superiamo la recinzione e attraversiamo l'area destinata al bestiame (andare piano per non spaventare gli animali).
Usciamo dal recinto imboccando un buon sentiero che scende. Raggiungiamo il punto più basso (km 1) ed iniziamo la salita, ripida e poco ciclabile della "Via di Téit", che ci porta su una spalla (km 1,2).
Dopo una discesa affrontiamo altre due ripide rampe dopo le quali procediamo con qualche saliscendi e minori difficoltà.
Andiamo diritto al bivio (km 2,2) per Tetti Baru e anche a quello (km 3) per Due Ponti.
Scendiamo a una fonte (km 3,1) e proseguiamo in salita attraverso un pascolo fino a guadagnare la spalla prativa (km 3,3) che immette nel vallone Pioccia.
Il sentiero attraversa il bosco con una salita in parte ripida a cui fanno seguito vari saliscendi a volte provocati dall'attraversamento dei ruscelli.
Attraversiamo un vallone più profondo (km 4,5; ancora nevaio a fine maggio) e raggiungiamo una zona dove alcune passerelle di legno (km 4,7) aiutano l'attraversamento di due tratti rovinati.
Il sentiero raggiunge il fondo del rio Pioccia (km 5; anche qui neve), guadiamo e saliamo una parte poco ciclabile che ci porta a un bivio (km 5,3).
Le parti non ciclabili sono terminate. Scendiamo ai Tetti Doni (km 5,6), ai Tetti Bertaina (km 7) e ai Tetti David (km 7,3) e raggiungiamo un bivio (km 7,7) dove andiamo a sinistra per superare l'intaglio roccioso de La Bercia.
Percorriamo comodamente il largo sentiero e arriviamo ai Tetti Colletta (km 8,5) dopo i quali usciamo su un'ampia sella prativa percorsa da una strada che seguiamo a destra.
Al primo tornante (km 8,9) lasciamo la strada per imboccare un sentiero a sinistra.
Dopo aver scavalcato un colletto il sentiero scende percorrendo un crinale nel bosco e termina a un incrocio (km 10,8).
Prendiamo la strada a destra e scendiamo con qualche tornante. Lasciamo a sinistra i lavori della vecchia cava (km 11; galleria) ai piedi del Bec Moler e scendiamo alla SP (km 11,5) che, seguita a sinistra, ci porta a Vernante (km 12,3).
Dislivello: -880 m. e + 290 m.
Ciclabilità: 93%
Asfalto: 9%
Osservazioni:

 mappa  gps  foto  foto  foto  foto  foto  foto



Go down from Palanfrè to Vernante

Updating: 2015/5
Start point: Palanfrè
How to arrive: The village is at the end of the SP278 that begins to Vernante and climb the Valle Grande.
Itinerary.
We depart from the church that it rises to the entry of Palanfrè and we go down following the SP up to the first curve where we turn to the left to cross the square parking lot up to its term (km 0,3).
We overcome the enclosure and cross the area destined to the livestock (to go plain not to frighten the animals).
We go out of the enclosure taking a good path that goes down. We reach the lowest point (km 1) and begin the slope, steep and few cycle of the "Via di Téit", that brings us on a shoulder (km 1,2).
After a descent we face others two steep ramps after which we go with some ups and downs and less difficulty.
We go straight at the fork (km 2,2) to Téit Baru and also to that (km 3) to Two Bridges.
We go down to a source (km 3,1) and continue in slope through a pasture up to earn the meadow shoulder (km 3,3) that it introduces in the Pioccia Valley.
The path crosses the wood with a slope partly steep to which do follow many ups and downs at times provoked by the crossing of the brooks.
We cross a deeper valley (km 4,5; again snowfield at end May) and we reach a zone where some wood gangways (km 4,7) they help the crossing of two ruined tracts.
The path reaches the bottom of the brook Pioccia (km 5; also here snow), we ford and climb an a little cycle part that brings us to a fork (km 5,3).
The non cycle parts are finished. We go down to the Téit Doni (km 5,6), to the Téit Bertaina (km 7) and to the Téit David (km 7,3) and we reach a fork (km 7,7) where we go to the left for overcoming the rocky carving called La Bercia.
We comfortably cross the wide path and reach the Téit Colletta (km 8,5) later which we go out on an ample meadow saddle crossed from a road that we follow to the right.
At the first hairpin bend (km 8,9) we leave the road to take to the left a path.
After having climbed over a pass the path it goes down crossing a ridge in the wood and it finishes to an intersection (km 10,8).
We take to the right the road and go down with some hairpin bend. We leave to the left the old quarry (km 11; gallery) at the feet of the Bec Moler and we go down to the SP (km 11,5) that, followed to the left, it brings us to Vernante (km 12,3).
Gradient: -880 ms. and + 290 ms.
Cycle: 93%
Asphalt: 9%
Observations: