Itinerari mtb sulle Alpi Marittime
Itinerario 24
Salita da Roaschia al rifugio Balur

Vai a tutti i percorsi della zona


Aggiornamento: 11/2015
Partenza: Roaschia
Come arrivare: Il paese è raggiunto dall'itinerario 41 e dall'itinerario 25.
Itinerario.
Dai parcheggi a sud del centro scendiamo al vicino incrocio con segnaletica stradale e iniziamo a salire, in comune con l'itinerario 41.
Arriviamo a un bivio (km 1,9) dove svoltiamo a sinistra in una ripida strada più stretta.
La strada diventa sterrata (km 2,4) nei pressi dei Tetti Crivella. Continuiamo a salire tenendo la destra a un bivio (km 2,8).
Non ci sono altri incroci sulla strada che attraversa l'impluvio e sale con parti ripide o ripidissime.
Arriviamo a un bivio (km 5,8) dove lasciamo la strada e l'itinerario 41 per svoltare a sinistra.
La segnaletica ci informa che siamo in un SIC (sito interesse comunitario) e in una ZPS (zona protezione speciale) e che sussiste divieto di transito motorizzato: forse per questo le moto sono frequenti.
La strada attraversa la base di falesie calcaree con vie di arrampicata e, dopo qualche saliscendi, sale a un gias (km 7,6) dove termina.
Proseguiamo sulla buona mulattiera che però è ripida e quasi interamente non ciclabile fino a raggiungere il rifugio Balur (km 8,7).
Saliamo i pochi metri che ci separano dal passo e qui possiamo vedere il promettente sentiero che attraversa le gole settentrionali del monte Bussaia e va a Vernante (itinerario 28).
Dal Colle vale la pena di seguire il sentiero a sinistra. Costeggiamo una profonda dolina e raggiungiamo un gias dove il panorama si allarga alla pianura e alle alpi.
Seguiamo a destra le piste delle moto e usciamo su un colletto (km 9,1) dove termine la gita.
Per tornare al rifugio possiamo anche scendere direttamente a sud fino a prendere un sentiero da seguire a destra fino al Colle Balur.
Dislivello: 1030 m.
Ciclabilità: 90%
Asfalto: 26%
Osservazioni:

mappa  gps  foto  foto  foto  foto  foto


Updating: 2015/11
Start point: Roaschia
How to arrive: The village is reached by the itinerary 41 and by the itinerary 25.
Itinerary.
From the parking lot to south of the center we go down to the close intersection with road system of signs and we begin to climb, in common with the itinerary 41.
We reach a fork (km 1,9) where we turn to the left on a steep more narrow road.
The road becomes dirt (km 2,4) near the Tetti Crivella. We continue to go up keeping right at a fork (km 2,8).
There are no other intersections on the road that crosses the watershed and climbs with steep or very steep parts.
We arrive a fork (km 5,8) where we leave the road and the itinerary 41 to turn to the left.
System of signs informs that we are in a SIC (site community interest) and in a ZPS (zone special protection) and that prohibition of motorized transit subsists: perhaps neverthless the motorbikes are frequent.
The road crosses the base of calcareous cliffs with climbing ways and, after some ups and downs, climbs a "gias" (km 7,6) where it finishes.
We continue on the good mule-track that however it is steep and almost entirely not cycle up to reach the hut Balur (km 8,7).
We climb the few meters that separate us from the Pass Balur and here we can see the promising path that the northern gorges of the Bussaia mountan cross and it goes to Vernante.
From the Pass it is worth to follow to the left the path. We skirt a deep doline and reach a "gias" where the panorama widens to the lowland and the alps.
We follow to the right the tracks of the motorbikes and go out on a Pass (km 9,1) where term the trip.
To return to the hut we can also directly go down to south up to take a path to follow to the right up to the Balur Pass.
Gradient: 1030 ms.
Cycle: 90%
Asphalt: 26%
Observations: