Altopiano della Paganella con la mtb
Itinerario 19
Salita da Andalo a Cima Paganella

Vai agli altri itinerari di questa zona


Aggiornamento: 7/2011
Punto di partenza: Andalo
Come arrivare: Il paese è raggiunto dall'itinerario 8 e dall'itinerario 18.
Itinerario.
Dalla piazza di Andalo, nei pressi dell'Azienda Turistica, seguiamo la strada diretta a Fai ma la lasciamo poco dopo per svoltare a destra nella strada che costeggia la stazione della telecabina.
Saliamo e raggiungiamo località Le Rindole (km 0,7). Prendiamo la strada asfaltata che sale leggermente e prosegue con bel percorso tra le colline che ospitano gli antichi Masi di Andalo.
Evitiamo le strade laterali e raggiungiamo via Toscana (km 1,9). Lasciamo a sinistra l'omonimo Maso e svoltiamo a destra. Dopo cinquanta metri entriamo nella strada provinciale 64 e la seguiamo a destra.
Quando a destra incontriamo una strada forestale (km 2,5) la prendiamo.
Saliamo con pendenza abbastanza costante incontrando e tralasciando molti sentieri e qualche strada minore.
La lunga salita termina al Pian Dosson (km 6,2) dove incontriamo l'itinerario 3 di cui questo potrebbe essere considerato una variante.
Svoltiamo a sinistra e prendiamo la strada in salita al di là della pista da sci.
La salita è impegnativa fino ad un bivio (km 6,7) dove proseguiamo con meno difficoltà. Con qualche saliscendi arriviamo al bivio con una strada secondaria (km 8,3) che trascuriamo per proseguire diritti.
La strada sale con qualche tornante.
Ad un bivio (km 10,3) in corrispondenza di un tornante andiamo a sinistra e proseguiamo facilmente fino all'inizio di una breve e ripida salita che superiamo in sella grazie al cemento del fondo.
Siamo ad un bivio (km 12,6) e svoltiamo a destra per affrontare la dura salita finale.
Per fortuna il fondo è costituito da autobloccanti e pezzi di asfalto e possiamo salire in sella nonostante la pendenza.
Lasciamo a destra prima (km 12,9) la malga Terlago (bar e ristorante) poi (km 13,4) il Passo di Sant'Antonio e saliamo ancora fino a raggiungere un passaggio dove la strada passa in uno scavo nella roccia (km 15,1).
Il percorso è facile fino ad un bivio (km 15,3; a destra meritevole deviazione di cinquecento metri per raggiungere l'ex rifugio Battisti) dove svoltiamo a sinistra per affrontare l'ultima ripida, dissestata e poco ciclabile rampa che ci porta al ristorante e all'arrivo della seggiovia.
La vetta della Paganella è un poco a destra identificata da una croce (km 15,8) quasi nascosta dalle, ben più vistose, antenne.
Dislivello: 1070 m
Ciclabilità: 98%
Asfalto: 12%
Osservazioni:

mappa  gps


Go up from Andalo to Paganella Peak

Updating:
7/2011
Start point: Andalo
How to arrive: The country is reached by the itinerary 8 and by the itinerary 18.
Itinerary.
From the square of Andalo, near the Tourist Office, we follow the road directed to Fai but we leave it to turn to the right in the road that the station of the cable way skirts along shortly after.
We clilmb and we reach place Le Rindole (km 0,7). We take the tarmec road that it slightly climbs and it continues with beautiful run among the hills that entertain the ancient Masi of Andalo.
We avoid the side roads and we reach street Tuscany (km 1,9). We leave to the left the homonym Maso and we turn to the right. After fifty meters we enter the provincial road 64 and we follow to the right it.
When to the right we meet a forest road (km 2,5) we take it.
We climb with inclination enough constant meeting and skipping many paths and some smaller road.
The long slope finishes to the Pian Dosson (km 6,2) where we meet the itinerary 3 of which this could be considered a variation.
We turn to the left and we take the road in slope beyond the ski track.
The slope is binding up to a fork (km 6,7) where we continue with less difficulty. With some ups and downs we reach the fork with a secondary road (km 8,3) that we neglect for continuing straight on.
The road climbs with some hairpin bend.
To a fork (km 10,3) in correspondence of a hairpin bend we go to the left and we easily continue up to the beginning of a short and steep slope that we overcome in saddle thanks to the concrete of the flooring.
We are to a fork (km 12,6) and we turn to the right for facing the hard final slope.
Luckily the flooring is constituted by paving block and pieces of asphalt and we can climb in saddle despite the inclination.
We leave to the right first (km 12,9) the malga Terlago (cafe and restaurant) then (km 13,4) the Pass of Sant'Antonio and we again go up to reach a passage where the road passes in an excavation in the rock (km 15,1).
The run is easy to a fork (km 15,3; to the right deserving deviation of five hundred meters to reach the old hut Battisti) where we turn to the left for facing the last steep, ruined and few cycle ramp that brings us to the restaurant and the arrival of the chair lift.
The peak of the Paganella is an a little to the right identified by a cross (km 15,8) almost hidden from the, well showier, aerials.
Gradient: 1070 ms
Cycle: 98%
Asphalt: 12%
Observations: