Itinerari mtb in Valle Stura
Itinerario 08
Discesa dal Colle di Roburent ad Argentea

Vai agli altri itinerari di questa zona


Aggiornamento:  8/2013
Punto di partenza: Colle di Roburent
Come arrivare: Il Colle è raggiunto dall'itinerario 25 e dall'itinerario 1.
Itinerario.
Dal Colle scendiamo in direzione dell'Italia. Il sentiero aumenta gradatamente la sua pendenza per terminare con un tratto molto ripido sulle sponde del Lago Superiore di Roburent (km 0,6).
Andiamo a sinistra e costeggiamo la sponda. Il sentiero percorre facilmente la sponda, attraversa il piccolo promontorio, le rovine chiamate Le Trune e sale alla soglia (km 1,3; ruderi).
Dopo pochi metri arriviamo ad un importante bivio dove non prendiamo l'evidente sentiero a destra ma scendiamo a sinistra per entrare in un avvallamento.
Quasi subito la traccia si allarga a mulattiera che scende in vista del primo Lago Inferiore. Il sentiero non raggiunge il lago ma lo costeggia dall'alto attraversando il ripido pendio e salendo alla soglia (km 1,9).
La discesa è molto ripida su sassi mobili. Perdiamo quota con difficili tornantini giungendo quasi sulle rive del secondo Lago Inferiore e seguiamo il sentiero che percorre la sponda destra, a qualche metro dall'acqua.
Saliamo per superare la terza soglia (km 2,5). Una ripida discesa ci porta al bordo della bastionata rocciosa al termine di una caratteristica valletta.
Scendiamo percorrendo una serie di non facili tornanti al cui termine andiamo a destra raggiungendo la grande risorgiva effluente dei Laghi (km 3,4).
Il sentiero continua ad attraversare fino al termine della discesa dove attraversa un rivo asciutto (km 3,9).
Con una salita, solo in parte ciclabile, guadagniamo il ripiano di un gias (Capanna di Roburent; km 4,3). Al termine del piano affrontiamo una ripida discesa percorsa da più tracce di sentiero. Scendiamo cercando di scegliere la traccia più agevole e perdiamo quota rapidamente. La pendenza diminuisce gradatamente fino al termine della discesa.
Seguiamo il sentiero che attraversa a destra, alto sul fondovalle. In leggera salita raggiungiamo una selletta (La Tinetta; km 5,8).
Inizia la parte più difficile del percorso. Il sentiero scende molto ripido, con tornanti stretti, ravvicinati, spesso con gradoni e grosse pietre.
Il pendio attraversa prati ripidi e sassosi e non sono permessi capitomboli. Scendiamo al meglio, percorrendo a piedi i tratti più problematici o rischiosi.
Con una diagonale a destra raggiungiamo un pascolo. Il sentiero va a sinistra e scende, nuovamente ripido, per superare la barriera rocciosa che domina le case.
Percorriamo una diagonale a destra passando sotto alle rocce e raggiungendo la chiesa di Argentera (km 7,5).
Dislivello: -900 m.
Ciclabilità: 92%
Osservazioni:
Asfalto: -%

 mappa  gps  foto  foto  foto  foto


Descent from Roburent Pass to Argentera

Updating:
6/2006
Start point: Roburent Pass
How to arrive: The Pass is reached by the itinerary 25 and by the itinerary 1.
Itinerary.
From the Pass we go down in direction of Italy. The path gradually increases its inclination to finish with a very steep part on the banks of the Superior Lake of Roburent (km 0,6).
We go to the left and skirt the bank. The path easily crosses the bank, it crosses the small promontory and climbs to the threshold (km 1,3; ruins).
After few meters we arriva a cross where don't take the large ed evident left path but we enter to the left a little valley.
We go down in direction of the first Inferior Lake on large mule-track. we don't arrive the Lake but cross the steep slant that dominates the lake and climbs to the threshold (km 1,9).
The descent is very steep on mobile stones. We lose height with difficult hairpin bends almost coming on the shores of the second Inferior Lake and we follow the path that crosses the right bank, to some meter from the water.
We climb to overcome the third threshold (km 2,2). A steep descent leads us to the edge of the rocky wall at the end of a characteristic valley.
We go down crossing a series of not easy hairpin bends to whose term go to the right reaching the great resurgence of the Lakes (km 3,4).
The path continues to cross up to the term of the descent.
With an ascent, only partly cycle, we climb to a ledge (Hut of Roburent; km 4,3). At the end of the plan we face a steep descent crossed by more traces of path. We go down trying to choose the easiest trace and we quickly lose height. The inclination gradually decreases up to the term of the descent.
We follow the path that crosses to the right, high on the floor of the valley. In light ascent we reach a saddleback (La Tinetta; km 5,8).
It begins the most difficult part of the run. The path goes down very steep, with narrow hairpin bends, brought closer, often with rocky jumps and big stones.
The slant crosses steep and stony lawns and they is not permitted tumbles. We go down as well as possible, crossing the most problematic or risky stretches on foot.
With a diagonal to the right we reach a pasture. The path goes to the left and goes down, again steep, to overcome the rocky barrier that the houses dominates.
We cross a right diagonal passing under to the rocks and reaching the church of Argentera (km 7,5).
Gradient: -900 ms.
Cycle: 92%
Observations:
Tarmac: -%