Itinerari mtb in Valle Stura
Itinerario 12
Anello del Santuario di Sant'Anna

Vai agli altri itinerari di questa zona


Aggiornamento:  8/2006
Punto di partenza: Santuario di Sant´Anna
Come arrivare: Il Santuario (bar, ristorante, alloggio) è raggiunto dall'itinerario 14.
Itinerario.
Dal piazzale del santuario andiamo verso sud e prendiamo la strada asfaltata che sale di fronte a noi.
Con salita ripida ma asfaltata raggiungiamo il piazzale presso la Roccia dell'Apparizione (km 0,7). Proseguiamo sull'ampia strada sterrata a destra della costruzione.
Il fondo della strada peggiora e dobbiamo ogni tanto scendere di sella. Raggiungiamo un bivio (km 1) dove lasciamo a destra la strada per il Lago di Sant'Anna. Attraversiamo un tratto dissestato e raggiungiamo il bivio, presso il Lago Piccolo, con la mulattiera dal Colle della Lombarda.
Continuiamo sulla strada principale che ora sale con pendenza minore e fondo buono. Una serie di tornanti ci porta al Passo di Sant'Anna (km 2,7).
La strada continua a salire, attraversa un breve pianoro ed un intaglio nella roccia (km 3,4). In discesa iniziamo ad attraversare la testa della valle.
In salita la strada supera una passerella ed alcuni passaggi esposti, muniti di catene di assicurazione. Il sentiero è largo ma è preferibile non correre rischi e passare a piedi.
Una breve discesa precede la non ciclabile salita al Passo Lausfer (km 4,5).
Scendiamo il pendio seguendo il sentiero che perde quota con qualche stretto tornante. Attraversiamo a destra, alti sui laghi Lausfer, e saliamo ad una spalla.
Con ripida discesa a tornanti raggiungiamo la sponda del bel Lago Lausfer Superiore (km 5,1).
Percorriamo la riva sinistra ed affrontiamo una ripida salita, ciclabile solo all'inizio, raggiungendo una spalla (km 6).
Il sentiero attraversa un ripido pendio di rocce sfasciate, stretto e coperto di fine detrito. Il tratto è breve ma insidioso, da percorrere con cautela.
Arriviamo così al Col du Saboulè (km 6,2).
Con un paio di tornanti scendiamo il ripido pendio di sfasciumi, andiamo a destra passando davanti ad una casermetta in rovina e seguiamo la mulattiera pianeggiante che attraversa le pendici rocciose della montagna.
La mulattiera scende ed affronta un tratto intagliato nella roccia. Qui il sentiero è largo, ma una caduta sarebbe fatale. Superiamo a piedi qualche tratto franato o più stretto e raggiungiamo il Passo Tesina (km 7,3).
Ormai senza problemi seguiamo la strada che scende con ampi tornanti dirigendosi verso i visibili laghi.
Costeggiamo il piccolo Lago Superiore e scendiamo al Lago Grande di Sant'Anna (km 8,8). Dopo una breve risalita la strada continua a scendere e raggiunge l'incrocio con l'itinerario di salita (km 9,7).
Svoltiamo a sinistra e ritorniamo alla Roccia dell'Apparizione ed al Santuario (km 10,6).
Dislivello: 560 m in salita e in discesa.
Ciclabilità: 85%
Osservazioni: non molto ciclabile, ma ambiente bello e selvaggio. Itinerario molto frequentato dagli escursionisti, da evitare i giorni di maggiore affollamento.
I ripidi pendii attraversati lo rendono impercorribile in presenza di neve.
Asfalto: 12%

 mappa  gps  foto  foto  foto  foto  foto  foto  foto


Sanctuary of Sant'Anna loop

Updating:
8/2006
Start point: St. Anna Sanctuary
How to arrive: The Sanctuary (bar, restaurant, lodging) is reached by the itinerary 14.
Itinerary.
From the square of the sanctuary we go toward south and we take the tarmac road that climbs in front of us.
With steep but tarmac ascent we reach the square near the Rock of the Apparition (km 0,7). We continue to the right on the ample dirt road of the construction.
The bottom of the road worsens and we sometimes has to go down of saddle. We reach a fork (km 1) where we leave to the right the road for the Lake of Sant'Anna. We cross a rough stretch and we reach the fork, near the Small Lake, with the mule-track from the Lombarda Pass.
We continue on the main road that now climbs with smaller inclination and good bottom. A series of hairpin bends leads to the Pass of Sant'Anna (km 2,7).
The road continues to climb, crosses a brief plan and a carving in the rock (km 3,4). In descent we begin to cross the head of the valley.
In ascent the road overcomes a footbridge and some exposed passages, provided of chains of insurance. The path is wide but it is preferable not to take risks and to pass on foot.
A brief descent precedes the no cycle ascent to the Pass Lausfer (km 4,5).
We go down the slant following the path that loses height with some narrow hairpin bend. We cross to the right, high on the lakes Lausfer and we climb to a shoulder.
With steep descent with hairpin bends we reach the bank of the beautiful Lake Lausfer Superiore (km 5,1).
We cross the left shore and we face a steep ascent, cycle only to the beginning, reaching a shoulder (km 6).
The path crosses a steep slant of unswathed rocks, narrow and covered with thin deposit. The stretch is brief but insidious to be crossed with caution.
We arrive so to the Pass du Saboulè (km 6,2).
With a pair of hairpin bends we go down the steep slant of ruins, go to the right passing in front of a ruined barrack and we follow the level mule-track that the rocky slopes of the mountain it crosses.
The mule-track it goes down and it faces a stretch carved in the rock. Here the path is wide, but a fall would be fatal. We get over on foot some slipped or more narrow stretches and we reach the Pass Tesina (km 7,3).
By now without problems we follow the road that goes down with ample hairpin bends directing toward the visible lakes.
We skirt along the small Superior Lake and we go down to the Great Lake of Sant'Anna (km 8,8). After a brief ascent the road continues to go down and it reaches the intersection with the itinerary of ascent (km 9,7).
We turn to the left and we return to the Rock of the Apparition and the Sanctuary (km 10,6).
Gradient: 560 ms in ascent and in descent.
Cycle: 85%
Observations: not very cycle, but beautiful and wild environment. Itinerary very frequented by the excursionists, to avoid the days of greater overcrowding.
The steep slants crossed give it not runnnig in presence of snow.
Tarmac: 12%