Itinerari mtb in Valle Stura
Itinerario 37
Salita da Bersezio al Colle Puriac, via Aldenplan

Vai a tutti i percorsi della zona


Aggiornamento: 8/2015
Partenza: Bersezio
Come arrivare: Il paese è raggiunto dall'itinerario 3.
Itinerario.
A Bersezio attraversiamo il ponte e imbocchiamo la strada diretta e Ferrere.
In corrispondenza di un tornante (km 1,1) svoltiamo a destra in una strada sterrata che scende per guadare un paio di ruscelli (km 1,3).
Inizia la lunga salita attraverso il bosco su una strada con fondo generalmente buono e pendenze talvolta elevate.
Poco metri prima del secondo tornante (km 2,1) prendiamo una strada minore a destra, strada che permette di evitare una rampa impedalabile e che ci riporta sulla sterrata principale.
Giungiamo a un bivio (km 2,3) nei pressi di un grande prato e proseguiamo diritto.
La strada raggiunge una pista da sci (km 2,5) che dobbiamo seguire salendo ripidamente a sinistra.
Arriviamo alla stazione intermedia della seggiovia (km 3,4) e proseguiamo sulla strada che sale con qualche tornante fino a un piccolo valico (km 5,5) nei pressi della stazione della seggiovia.
Ci affacciamo sulla conca iniziale dell'Aldenplan che risaliremo interamente.
La strada sale con pendenza contenuta e costeggia a lungo le pareti del monte Incianao.
Incontriamo piccole doline e ci spostiamo verso sinistra, attraversiamo la skilift (km 7) e passiamo a fianco delle rovine della caserma (km 7,8) proseguendo fino al tornante (km 8).
Lasciamo la strada e scendiamo a sinistra, senza sentiero, in direzione del fondo dell'avvallamento.
Qui troviamo il sentiero (inizia poco dopo la caserma) e lo seguiamo a destra affrontando l'impedalabile salita che termina a un valico (km 8,7) su una spalla di Cima delle Lose.
Dal valico iniziamo la discesa scendendo leggermente a sinistra del centro del pendio.
Qualche ometto indica la presenza di vaghe tracce di passaggio.
Al termine della parte più ripida il sentiero scende con moderazione per attraversare la piccola valle. Cerchiamo di mantenere la direzione (gli ometti sparsi ovunque non sono molto utili) e raggiungiamo il punto più basso dell'avvallamento (km 9,2).
Con una breve salita raggiungiamo il crinale (attenzione: passaggio obbligato! km 9,4).
Iniziamo la discesa, a piedi, di una parete di roccia rotta che il sentiero percorre con piccoli tornanti che collegano le cenge. Al piede della parete (km 9,7) il sentiero si dirige a sinistra e scompare nel pascolo.
Cerchiamo di andare diritto verso il crinale opposto dove dobbiamo indovinare l'unico passaggio che permette di scendere la parete.
Scendiamo, a piedi, un ripido pendio di sfasciumi e arriviamo su una sella all'inizio di una cresta.
Il sentiero percorre la cresta con qualche saliscendi e termina sulla Bassa di Colombart (km 10,7).
Svoltiamo a destra e andiamo in comune con l'itinerario 11.
Il sentiero taglia il ripido pendio di sfasciumi, inizialmente è facile ma poi costringe a scendere di sella. Arriviamo ad un bivio dove svoltiamo a sinistra e saliamo al vicino Colle Puriac (km 11,4).
Davanti a noi il parco Nazionale francese del Mercantour dove è vietato l'uso della bici.
Dislivello: 1100 m. e -210 m.
Ciclabilità: 86%
Asfalto: 10%
Osservazioni: è curioso notare che, nonostante la forte asimmetria tra salita e discesa, il percorso è ciclabile anche in senso contrario con difficoltà simili.


mappa  gps  foto  foto  foto  foto  foto


Updating: 2015/8
Start point: Bersezio
How to arrive: The village is reached by the itinerary 3.
Itinerary.
To Bersezio we cross the bridge and take the road to Ferrere.
In correspondence of a hairping bend (km 1,1) we turn to the right on a dirt road that it goes down for fording a couple of brooks (km 1,3).
It begins the long slope through the wood generally on a road with good ground and elevated inclinations sometimes.
Little meters before the second hairping bend (km 2,1) we take to the right a smaller road, road that allows to avoid a not cycle ramp and that it brings us on the main unmetalled road.
We reach a fork (km 2,3) near a great lawn and we continue straight.
The road reaches a ski track (km 2,5) that we have to follow climbing to the left steeply.
We arrive the intermediary station of the chair lift (km 3,4) and continue on the road that climbs with some hairping bend up to a small pass (km 5,5) close the station of the chair lift.
We lean out there on the initial basin of the Aldenplan that we will entirely go up.
The road climbs with contained inclination and skirts along for a long time the walls of the Incianao mountain.
We meet small dolina and we move there toward left, we cross the skilift (km 7) and pass beside the ruins of the barracks (km 7,8) continuing up to the hairping bend (km 8).
We leave the road and go down to the left, without path, in direction of the ground of the subsidence.
Here we find the path (it begins shortly after the barracks) and follow to the right it facing the not cycle slope that finishes to a pass (km 8,7) on a shoulder of Top of the Lose.
From the pass we begin the descent slightly going down left of the center of the slant.
Some cairn points out the presence of vague traces of passage.
At the end of the steeper part the path goes down with moderation to cross the small valley. We try to maintain the direction (the shed cairns anywhere they are not very useful) and we reach the lowest point of the subsidence (km 9,2).
With a short slope reach the ridge (attention: necessary passage! km 9,4).
We begin the descent, on foot, of a wall of broken rock that the path crosses with small hairping bends that connect the ledges. At the foot of the wall (km 9,7) the path directs to the left and disappears on the pasture.
We try to go straight toward the opposite ridge where we have to guess the only passage that allows to go down the wall.
We go down, on foot, a steep slant of smasched rocks and we reach on a saddle the beginning of a ridge.
The path crosses the ridge with some ups and downs and finishes on the Colombart Pass (km 10,7).
We turn to the right and go in common with the itinerary 11.
The path cuts the steep smasched slant, initially it is easy but then it forces to go down of saddle. We arrive to a fork where we turn to the left and climb to the near Puriac Pass (km 11,4).
In front of us the French National park of the Mercantour where the use of the bike is forbidden.
Gradient: 1100 ms. and -210 ms.
Cycle: 86%
Asphalt: 10%
Observations:
it is curious to notice that, despite the asymmetry between slope and descent, the run is also cycle in contrary sense with similar difficulty.