Percorsi mtb in Val Badia
Itinerario 09
Salita da Pederü al rifugio Biella

Vai agli altri itinerari della zona


Aggiornamento: 7/2012
Punto di partenza: Pederü
Come arrivare:
Itinerario.
Dal rifugio prendiamo la strada a sinistra ed affrontiamo la salita che diventa subito impegnativa. La strada sale con numerosi tornanti, sempre con pendenza sempre prossima al 20%.
La salita è inizialmente agevolata dal fondo in cemento e prosegue poi su sterrato compatto ma con rampe molto ripide.
Superiamo un crocifisso (km 1,4) e proseguiamo la faticosa salita fino ad un bivio (km 2,3) dove teniamo la destra.
Percorriamo un tratto con pendenza più contenuta che termina con un breve, ripidissimo strappo. Guadagniamo un colle (km 3,2) dal quale ci affacciamo sulla conca di pascoli dove sorge il villaggio pastorale di Fodara Vedla col rifugio.
Scendiamo e giungiamo ad un bivio tra le costruzioni (km 3,6).
Svoltiamo a sinistra sulla strada che sale. Incrociamo il sentiero per i rifugi (km 4) e proseguiamo sulla strada.
La strada scende ad un tornante (km 4,4) e riprende a salire, ripida ma con pendenza accettabile.
Superiamo una spalla e scendiamo leggermente fino al bivio (km 6) per il rifugio Sennes dove proseguiamo diritto.
In discesa giungiamo al bivio (km 6,2) con la strada che proviene da Ra Stua.
Svoltiamo a sinistra e saliamo in comune con l'itinerario 3.
Ad un bivio (km 6,6) lasciamo a sinistra la strada per il rifugio Sennes e saliamo a destra.
Senza altri incroci attraversiamo l'ampia zona carsica ai piedi della Croda del Becco e saliamo al rifugio Biella (km 10,2).
Dislivello: 830 m.
Ciclabilità: 97%
Asfalto: -%
Osservazioni: itinerario consigliabile solo a chi sia in grado di superare la ripidissima salita iniziale, altrimenti bisogna salire a piedi per almeno 3 km.

mappa  gps  foto  foto


Go up from Pederü to Biella Hut

Updating: 7/2012
Start point: Pederü
How to arrive:
Itinerary.
From the hut we take to the left the road and we face the slope that immediately becomes binding. The road climbs with a lot of hairpin bends, always with inclination always next to 20%.
The slope is initially facilitated by the ground in concrete and it continues then on compact unmetalled road but with very steep ramps.
We overcome a crucifix (km 1,4) and we continue the fatiguing slope up to a fork (km 2,3) where we hold the right.
We cross a tract with inclination more contained than it finishes with a short steep slope. We gain a hill (km 3,2) from which lean out there on the basin of pastures where the pastoral village of Fodara Vedla rises with the hut.
We go down and we come to a fork among the constructions (km 3,6).
We turn to the left on the road that climbs. We cross the path for the huts (km 4) and we continue on the road.
The road goes down to a hairpin bend (km 4,4) and it starts over climbing, steep but with acceptable inclination.
We overcome a shoulder and we slightly go down up to the fork (km 6) to the Sennes hut where we continue straight.
In descent we reach the fork (km 6,2) with the road that comes from Ra Stua.
We turn to the left and we climb in common with the itinerary 3.
To a fork (km 6,6) we leave to the left the road to the Sennes hut and we go up to the right.
Without other intersections we cross the ample karstic zone to the feet of the Croda of the Becco and we go up to the hut Biella (km 10,2).
Gradient: 830 ms.
Cycle: 97%
Asphalt: -%
Observations: advisable itinerary only to whom are able to overcome the steep initial slope, needs otherwise to climb on foot for at least 3 kms.