Itinerari mtb in Valdigne
Itinerario 09
Salita da Zerotta al lago di Combal

Vai agli altri itinerari della valle


Aggiornamento: 7/2008
Punto di partenza: Dzerotta
Come arrivare:
Itinerario.
Seguiamo la strada principale in discesa verso Courmayeur fino a Purtud. Proseguiamo in lieve salita fino al bivio (km 2,2) segnalato dove svoltiamo a destra.
La strada sale ripida ad un bivio (km 2,2; Fodze) dove continuiamo a salire a sinistra e raggiungiamo il rifugio Monte Bianco (km 3,7).
Proseguiamo a sinistra, sempre su asfalto, ma con pendenza maggiore. La strada diventa sterrata e raggiunge Pré de Pascal (arrivo funivia; bar e ristorante; km 5,9).
Svoltiamo a destra in salita sulla sterrata e, con un ultimo ripido strappo, usciamo sulla spalla (Courba Dzeleuna; km 7).
La strada scende ripida ad una selletta (km 7,4) dove andiamo diritti per salire ad un dosso nei pressi dell'arrivo di una seggiovia (km 7,8).
Seguiamo la strada che scende, con un tratto molto ripido e raggiunge un doppio bivio (km 8,3) dove teniamo per due volte la destra raggiungendo il ristorante Maison Vieille situato sulla sella del Col Chécrouit (km 8,4).
A sinistra del ristorante imbocchiamo un largo sentiero (segnavia vdatmb e vda2) ed iniziamo la lunga e faticosa ascesa, non molto ciclabile, che ci porta a costeggiare il bel Lago Checrouit (km 9,9).
Continuiamo alternando salite anche ripide a tratti pianeggianti o in discesa e raggiungiamo un largo canalone (km 11,6) spesso con neve.
Affrontiamo altre salite non ciclabili e scendiamo ad un guado (km 12,5; Comba di Vesses).
Affrontiamo ancora una salita poco ciclabile che, con una ripida ascesa finale, ci permette di guadagnare una panoramica spalla (km13,4) dove inizia la discesa.
Perdiamo quota con qualche tornante e raggiungiamo Arp Vieille Superiore (km14,6).
Il sentiero continua a scendere e ci porta ad un guado (km15,4). Proseguiamo la ripida discesa costeggiando un baratro protetto da una ringhiera fino ad uscire sulla strada sterrata del Lago di Combal a pochi metri dal ponte (km 17).
Dislivello: 1100 m. e -650 m.
Ciclabilità: 88%
Asfalto: 32%
Osservazioni: il ristorante Maison Vieille sorge in una zona alterata dagli impianti sciistici, inoltre l'area è deliziata da alcune minimoto che scorrazzano intorno. Non mi sono fermato neanche un minuto.
Questo itinerario è percorribile anche in senso contrario ma allora presenta una salita faticosa e quasi non ciclabile fino alla spalla panoramica.
Variante 9.1.
Consigliabile in caso di percorrenza in senso contrario perchè evita le due non ciclabili salite a Courba Dzeleuna.
A sinistra (per chi scenda dal lago Chécrouit) del ristorante Maison Vieille inizia un sentiero. Attraversiamo il prato in direzione di un masso con segnaletica posto all'inizio del bosco.
Il sentiero scende molto ripido ed impegnativo, con radici e stretti tornanti. Perdiamo rapidamente quota e piombiamo su una strada sterrata (km 1,1). Seguiamo a destra la sterrata e scendiamo rapidamente al rifugio Monte Bianco (km 2) dove troviamo l'asfalto.

 mappa  gps  foto  foto


Ascent from Zerotta to Combal Lake

Updating:
7/2008
Start point: Dzerotta
How to arrive:
Itinerary.
We follow the principal road in descent toward Courmayeur up to Purtud. We continue in light slope up to the fork (km 2,2) signalled where we turn to the right.
The road climbs steep to a fork (km 2,2; Fodze) where we keep on climbing to the left and we reach the refuge Mount Blanc (km 3,7).
We continue to the left, always on asphalt, but with greater inclination. The road becomes unmetalled and reaches Pré de Pascal (arrival cableway; cafe and restaurant; km 5,9).
We turn to the right in slope on the unsurfaced road and, with a last steep ascent, we go out on the shoulder (Courba Dzeleuna; km 7).
The road goes down steep to a pass (km 7,4) where we go straight for climbing to a back near the arrival of a chair lift (km 7,8).
We follow the road that goes down, with a steep tract, and it reaches a double fork (km 8,3) where we hold for twice the right reaching the restaurant Maison Vieille situated on the saddle of the Chécrouit Pass (km 8,4).
To the left of the restaurant we take a wide path (trail sign vdatmb and vda2) and we begin the long and fatiguing ascent, not very cycle, that brings us to skirt the beautiful Lake Checrouit (km 9,9).
We continue also alternating steep slopes to level or in descent tracts and we reach a wide gully (km 11,6) often with snow.
We face other non cycle slopes and we go down to a ford (km 12,5; Comba of Vesses).
We face again a little cycle slope that, with a steep final ascent, it allows us to gain a panoramic shoulder (km13,4) where the descent begins.
We lose altitude with some hairpin bends and we reach Superior Arp Vieille (km14,6).
The path keeps on going down and brings us to a ford (km15,4). We continue the steep descent skirting an abyss protected by a handrail upl to go out on the unmetalled road of the Lake of Combal to few meters of the bridge (km 17).
Gradient: 1100 ms. and -650 ms.
Cycle: 88%
Asphalt: 32%
Observations: the restaurant Maison Vieille rises in a zone altered by the skiing plants, besides the area is delighted around by some mini-motorcycles running around. I have not even stayed one minute.
This itinerary is also practicable in contrary sense but then introduces a fatiguing and almost not cycle slope up to the panoramic shoulder.
Varying 9.1.
Advisable in case of contrary sense run because it avoids the two not cycle slopes to Courba Dzeleuna.
To the left (for the one that goes down from the lake Chécrouit) of the restaurant Maison Vieille begins a path. We cross the lawn in direction of a rock with system of signs place to the beginning of the wood.
The path goes down very steep and binding, with roots and narrow switcbacks. We quickly lose altitude and we fall on an unmetalled road (km 1,1). We follow to the right the unsurfaced road and we quickly go down to the refuge Mount Blanc (km 2) where we find the asphalt.