In Val Gardena con la mtb
Itinerario 11
Discesa dal Seceda a Ortisei, via St. Jakob

Vai agli altri itinerari di questa area


Aggiornamento: 7/2013
Partenza: Seceda
Come arrivare: La località è raggiunta dall'itinerario 7 ed è raggiungibile con la funivia.
Itinerario.
Scendiamo dalla vetta del Seceda e voltiamo a sinistra al quadrivio (km 0,4) presso la stazione della funivia.
Seguiamo un largo sentiero che scende sulla strada nei pressi del ristorante Sofie.
Seguiamo la strada fino ad un incrocio (km 1,4) dove svoltiamo a destra.
Dopo una moderata discesa scendiamo ripidamente fino ad un tornante (km 2,3) a destra.
Lasciamo la strada e l'itinerario 8 e prendiamo un sentiero che sale a sinistra.
Non proseguiamo fino a Sella Cuca ma giriamo a destra al vicino incrocio.
Il sentiero supera una palina segnaletica ed entra nel bosco.
Percorriamo un sentiero stretto, ogni tanto interrotto da qualche salto. Le difficoltà non sono elevate ma attraversiamo un ripido pendio che costringe a molta prudenza.
Scendiamo ad un bivio (km 3) e svoltiamo a destra. Dopo un tornante il sentiero attraversa alcuni franosi canaloni e resti di valanga.
Dopo l'ultimo canale (km 3,3) inizia una lunga salita on ciclabile che termina ad un ponte (km 3,8) che attraversa una stretta gola rocciosa.
Proseguiamo superando qualche saliscendi ed arriviamo ad un incrocio posto all'inizio di un prato (km 4,4).
Giriamo a destra e percorriamo il crinale del prato, ma le difficoltà non sono finite.
Nel bosco il sentiero scende ripido e dissestato costeggiando le verticali e sfasciate pareti rocciose che cadono sulla Val d'Anna.
Attraversiamo una impressionante fessura di distacco ed il sentiero corre per qualche metro sulla parte in crollo prima di tornare su terreno sicuro.
La discesa rimane sconnessa finchè raggiungiamo una spalla rocciosa con crocifisso (Balest; km 5,5).
Giriamo a sinistra e proseguiamo la discesa, sempre ripida ma con difficoltà decisamente più contenute.
Arriviamo all'antica chiesa di St Jakob (km 6,8) e giriamo a destra.
Il largo sentiero è inizialmente pianeggiante poi scende con ampi e distanziati tornanti.
Ad un bivio (km 7,9) teniamo la sinistra e scendiamo ad una fonte (km 8,6) dove proseguiamo sulla stradina che scende con comodi tornanti per terminare sull'asfalto (km 9,5).
Giriamo a destra e scendiamo ad Ortisei (km 10,1).
Dislivello: -1380 m.
Ciclabilità: 93%
Asfalto: 6%
Osservazioni: ho percorso questo itinerario ingannato dalle segnalazioni che indicano, al tornante di Sella Cuca, di andare a sinistra per evitare la strada su cui sono in corso lavori. E' un percorso pericoloso e poco ciclabile: sconsigliabile.

   foto  foto  foto  gps


Go down from Seceda to Ortisei

Updating:
7/2013
Start point: Seceda
How to arrive: The place is reached by the itinerary 7 and is attainabla by the cableway.
Itinerary.
We go down from the peak of the Seceda and we turn to the left to the crossroads (km 0,4) near the station of the cableway.
We follow a wide path that goes down on the road near the restaurant Sofie.
We follow the road to an intersection (km 1,4) where we turn to the right.
After a moderate descent we steeply go down to a right hairpin bend (km 2,3).
We leave the road and the itinerary 8 and we take a path that climbs to left.
We don't continue up to Sella Cuca but we turn to the right to the near intersection.
The path overcomes a descriptive ranging rod and enters the wood.
We cross a narrow path, sometimes interrupted by some jump. Difficulties are not elevated but we cross a steep slant that forces to a lot of prudence.
We go down to a fork (km 3) and we turn to the right. After a hairpin bend the path crosses some slipped gullies and rests of avalanche.
After the last channel (km 3,3) it begins a long not cycle slope that ends to a bridge (km 3,8) that it crosses a hold rocky throat.
We continue overcoming some ups and downs and we reach an intersection placed to the beginning of a lawn (km 4,4).
We turn to the right and we cross the ridge of the lawn, but difficulties are not ended.
In the wood the path goes down steep and ruined skirting vertical and crashing rocky walls that fall on the Val of Ann.
We cross an impressive crack of separation and the path it races for some meter on the part in collapse before returning on sure ground.
The descent remains dirty as far as we reach a rocky shoulder with crucifix (Balest; km 5,5).
We turn to the left and we continue the descent, always steep but with difficulty more contained.
We arrive to the ancient church of St Jakob (km 6,8) and we turn to the right.
The wide path is initially level then it goes down with ample and outdistanced hairpin bends.
To a fork (km 7,9) we hold the left and go down to a source (km 8,6) where continue on the narrow road that goes down with comfortable hairpin bends to finish on the asphalt (km 9,5).
We turn to the right and we go down to Ortisei (km 10,1).
Gradient: -1380 ms.
Cycle: 93%
Asphalt: 6%
Observations: I have crossed this itinerary deceived by the signalings that they point out, to the hairpin bend of Sella Cuca, to go to the left for avoiding the road on which jobs are in progress. It's a dangerous and few cycle run: unadvisable.