Itinerari mtb in Val d'Ayas
Itinerario 2
Discesa dalla Presa del Ru Courtod ad Antagnod

Vai a tutti i percorsi della zona


Aggiornamento: 7/2016
Partenza: Sorgente ru
Come arrivare: La presa del Ru Courtod è raggiunta dall'itinerario 1.
Itinerario.
Dal ponte sul torrente Cortod seguiamo la strada di arrivo, guadiamo un paio di ruscelli e scendiamo fino a un bivio (km 1,8) dove andiamo diritto.
Dopo pochi metri la strada si stringe ad ampio sentiero e giunge a un tunnel (km 2,3) chiuso e non transitabile.
Prendiamo il canale a sinistra che aggira la sporgenza rocciosa costruito su alti muraglioni e scavando la roccia; il passaggio richiede qualche metro a piedi.
Con piacevole percorso incrociamo l' Alta Via VdAav1 (km 3), attraversiamo su un ponte il torrente di Nana e usciamo su una strada sterrata (km 3,2).
Saliamo a destra per meno di cento metri e lasciamo la strada per svoltare a sinistra. Seguiamo il segnavia vda5 sulla stradina pianeggiante.
Arriviamo a un tunnel (km 3,6) che attraversiamo facendo attenzione alle eventuali pietre al suolo (utile ma non indispensabile una luce).
La strada ci porta a un bivio (km 4) dove andiamo a destra e arriviamo a un altro tunnel (km 4,2) che attraversiamo con le stesse avvertenze di quello precedente.
Arriviamo a un bivio (km 4,4) dove svoltiamo a sinistra e subito dopo a destra in un sentiero (la strada che stiamo lasciando costituisce una possibilità alternativa consigliabile a chi percorra l'itinerario in verso opposto) che scende ripido.
La breve discesa ci porta sul sentiero che costeggia il Ru Cortod.
Con andamento quasi pianeggiante il sentiero attraversa la foresta di abeti e larici, esce su belle praterie e arriva a un quadrivio (km 6,7) che superiamo andando diritto.
Arriviamo a una costruzione (km 7,4) davanti alla quale passiamo percorrendo delle passerella in grigliato e giungiamo a incrociare una strada (km 7,9; la strada è quella che avevamo lasciato per scendere il ripido sentiero).
Proseguiamo dalla parte opposta sulla strada pianeggiante che porta a una malga. Prima di scendere alla costruzione giriamo a destra (km 8,5) di nuovo sul Ru.
Passiamo sotto a una seggiovia e incontriamo numerose sorgenti che arricchiscono d'acqua il canale.
Seguiamo sempre il canale trascurando i numerosi sentieri che scendono a sinistra e arriviamo alla bella radura (km 11,2) del Pian delle Dame dove passa il sentierone del Col Portola.
Svoltiamo a sinistra e scendiamo velocemente al piazzale con parcheggi di Barmasc (km 11,8).
Imbocchiamo la strada asfaltata che scende a destra e conduce al piccolo parcheggio di un agriturismo (km 12).
Seguiamo l'unica strada che diviene sterrata, costeggia un grande masso e prosegue come ampia mulattiera erbosa.
Attraversiamo una stradina (km 12,3) presso una malga e scendiamo un po' più ripidamente passando a fianco di un crocifisso (km 12,6).
Attraversiamo un'altra strada asfaltata (km 13,1) e scendiamo nel vicolo lastricato che attraversa Antagnod fino a raggiungere la strada regionale (km 13,4) che passa tra le case.
Dislivello: -430 m.
Ciclabilità: 99%
Asfalto: 1%
Osservazioni:

mappa  gps  foto  foto  foto  foto  foto  foto


Updating: 2016/7
Start point: Ru Spring
How to arrive: The Ru Courtod taking is reached by the itinerary 1.
Itinerary.
From the bridge over the stream Cortod we follow the arrival road, wade a couple of streams and descend to a fork (km 1,8) where we go straight.
After a few meters the road narrows to wide path and reaches a tunnel (2.3 km) closed and not passable. We take the left duct that bypasses the rocky ledge built on high walls and digging the rock; the passage requires a few meters walk.
With pleasant path we cross the VdAav1 (3 km), we cross the bridge over the torrent of Nana and go out on a dirt road (km 3.2). We climb to the right for less than a hundred meters and leave the road and turn left.
We follow the trail vda5 on the level road. We get to a tunnel (3.6 km) that we cross, paying attention to any stones to the ground (helpful but not necessary a light).
The road leads us to a crossroads (4 km) where we go right and come to another tunnel (4.2 km) that we cross with the same warnings as the previous one.
We come to a fork (km 4,4) where we turn left and then immediately right into a path (the road that we are leaving is an alternative possibility recommended to those who follow the route in the opposite direction) which gets off steeply. The short descent leads us on the path that runs along the Ru Cortod.
With almost flat trend the path crosses the forest of fir and larch, goes out on beautiful meadows and comes to a crossroads (km 6,7) that we pass going straight.
We arrive at a building (7.4 km) before which we pass along the walkway grating and come to cross a road (km 7.9, the road is the one that we had left to go down the steep path).
We continue on the opposite side on the flat road to a pasture.
Before coming down to the building, we turn right (km 8.5) again on Ru. We pass under a chairlift and meet numerous sources that enrich the water channel.
We always follow the channel ignoring the many paths that go down to the left and come to the beautiful clearing (11.2 km) of the Pian delle Dame where it passes the large path from Col Portola.
We turn left and go down quickly to the Barmasc square with parking (km 11.8).
We take the road leading down to the right and leads to the small parking lot of a farmhouse (12 km).
We follow the only road becoming a dirt road, it skirts along a large boulder and continues as a wide grassy trail. We cross a small road (12.3 km) at a hut and go down a bit more steeply going close a crucifix (km 12.6).
We cross another asphalt road (13.1 km) and go down the paved alley that crosses Antagnod as far as you reach the regional road (13.4 km) which passes between the houses.
Height difference: -430 m.
On saddle: 99%
Asphalt: 1%
Remarks: