Percorsi mtb in Valtournenche
Itinerario 05
Discesa dal Col Portola ad Antey

Vai a tutti i percorsi della zona


Aggiornamento: 7/2014
Partenza: Colle Portola
Come arrivare: Il Passo è raggiunto dall'itinerario 4.
Itinerario.
Dal Colle Portola imbocchiamo il sentiero che scende a ovest.
La pendenza è più elevata all'inizio, poi il sentiero piega a destra e assume un andamento quasi pianeggiante.
Con alcuni metri in discesa arriviamo sulla strada (km 0,6) percorsa dall'itinerario 4.
Svoltiamo a sinistra e seguiamo a lungo la strada. A un incrocio (km 2,2) svoltiamo a destra in un'altra strada che sale a un alpeggio (km 2,7).
Passiamo a fianco dell'edificio e raggiungiamo un buon sentiero che seguiamo a sinistra (segnavia vda6 e vda4).
Il sentiero scende a un bivio (km 3) dove svoltiamo a destra sul segnavia vda4.
Il sentiero sale moderatamente, entra nel bosco e prosegue con piccoli saliscendi.
Dopo aver superato un'antica calcinaia (km 3,6) la pendenza aumenta. Il sentiero si allarga a mulattiera che scende ripida a un bivio (km 4,6).
Svoltiamo a sinistra su una pista forestale che lasciamo (km 4,7) per imboccare un sentiero a destra.
Al termine della discesa (km 4,8) saliamo brevemente a destra prima di riprendere la discesa.
Scendiamo una parte ripida e dissestata che termina in un pascolo su una pista agricola (km 5) che seguiamo a destra.
La stradina diventa asfaltata e raggiunge la strada principale (km 5,3) che attraversiamo proseguendo su una mulattiera che scende tra la case di Artaz.
Attraversiamo di nuovo a strada e seguiamo la mulattiera che esce dal paese e scende tra i prati. In corrispondenza di una cabina elettrica (km 5,6) la strada diventa asfaltata.
Scendiamo tra gli impianti sportivi e superiamo il municipio di La Magdaleine (km 5,8).
Scendiamo alla strada principale e la seguiamo fino alla chiesa (km 6).
Imbocchiamo il vicolo a destra e andiamo diritto al vicino bivio tra le case di Brengon.
Usciamo dal paese sul segnavia 8. La mulattiera scende a un ponte (km 6,2), sale un poco e corre tra i prati con bel percorso.
Giungiamo a un bivio (km 6,7) vicino alla strada asfaltata e giriamo a destra scendendo abbastanza ripidamente nel bosco.
Arriviamo su una strada forestale (km 7,1) che seguiamo a sinistra costeggiando il lago di Lod.
Lasciamo a destra (km 7,4) il raccordo 5.1 e seguiamo la strada che diventa asfaltata e conduce a Lod.
Alla chiesa (km 7,8) giriamo a destra e seguiamo la strada fino al suo termine (km 7,9).
Imbocchiamo la mulattiera che subito svolta a destra. Scendiamo su un tracciato leggermente sopraelevato sul pascolo e arriviamo alle case di Chaillien (km 8,5) dove attraversiamo per due volte l'asfalto.
La mulattiera prosegue passando a fianco di una cappella e scende con buon percorso pulito.
Attraversiamo la strada asfaltata (km 9,2) una volta e un'altra (km 9,6) e raggiungiamo l'asfalto (km 9,9) che seguiamo a destra.
Non prendiamo la prima strada a sinistra, ma la seconda (km 10,1) che ci porta alla chiesa di Antey dove svoltiamo a sinistra.
Scendiamo sempre diritto tra la case e usciamo dal paese su una mulattiera che termina (km 10,6) sulla passeggiata pedonale.
Svoltiamo a destra e raggiungiamo l'asfalto (km 10,9) nei pressi della strada regionale che possiamo seguire a sinistra per raggiungere la piazza con l'azienda del turismo.
Dislivello: -1460 m.
Ciclabilità: 99%
Asfalto: 11%
Osservazioni:
Raccordo 5.1.
Al bivio sul lago svoltiamo a destra e imbocchiamo il sentiero. Una moderata salita ci porta a un vicino bivio dove svoltiamo a sinistra iniziando una agevole discesa nella foresta.
Dopo due tornanti la pendenza aumenta fino a un ponte (km 0,4). Scendiamo ancora, superiamo un breve strappo e raggiungiamo un altro ponte (km 0,5). Dopo un altro strappo il sentiero scende tra i prati fino a un ruscello (km 0,8).
In lieve salita arriviamo a Herin (km 1) dove incontriamo l'itinerario 15.
Variante 5.1.
Dopo essere entrati sulla sterrata scendiamo per due tornanti. Al secondo tornante lasciamo la strada e entriamo nel prato (pochi metri più avanti anche il segnavia 6 fa la stessa cosa).
Con percorso impedalabile attraversiamo il prato in leggera salita puntando una roccia bagnata che sorge dal pendio.
Passiamo ai piedi della roccia cercando di non scendere e saliamo a una dorsale erbosa (km 0,4).
In sella attraversiamo la dorsale incontrando una traccia debole e discontinua. Proseguiamo verso nord superando avvallamenti e cordoncini morenici. Superiamo le pietraie di un rock glacier e raggiungiamo la base della cresta ovest del monte Tantanè.
Saliamo in diagonale il pendio erboso che ci porta sul crinale dove passa il buon sentiero 4 (km 1,3).
Scendiamo a sinistra e arriviamo subito al bivio del sentiero naturalistico.
Con pochi metri in salita superiamo un dosso con roccette e scendiamo ripidamente nella valle dove attraversiamo un ruscello (km 2).
Guadiamo un ruscello tra due laghetti e scendiamo alla malga (km 2,4) dove troviamo il percorso principale.
Variante 5.2.
Dal punto in cui arriviamo sul crinale giriamo a destra e affrontiamo la salita faticosa e non ciclabile che ci porta a un bivio (km 0,3).
Il sentiero inizia ad attraversare il versante occidentale del Tantanè con percorso stretto e ben tenuto ma attraversiamo talvolta dei ripidi pendii che richiedono prudenza.
Attraversiamo alcuni avvallamenti passando sotto al villaggio neolitico.
Superiamo una pietraia con passaggio ottimamente sistemato e scavalchiamo qualche piccolo crinale prima di iniziare la discesa finale che si svolge, in parte, su alti scalini.
Arriviamo a guadare un ruscello e saliamo alla vicina strada (km 2,1) dove passa l'itinerario 15.

mappa  gps  foto  foto  foto  foto

Go down from Portola Pass to Antey


Updating: 7/2014
Start point: Portola Pass
How to arrive: The pass is achieved by the itinerary 4.
Itinerary.
From the Portola Pass we take the path that goes down to west.
The inclination is higher to the beginning, then the path folds up to the right and assumes an almost level course.
With some meters in descent we arrive on the road (km 0,6) crossed by the itinerary 4.
We turn to the left and follow for a long time the road. At an intersection (km 2,2) we turn to the right in another road that climbs to an alps (km 2,7).
We pass beside the building and reach a good path that we follow to the left (trail sign vda6 and vda4).
The path goes down to a fork (km 3) where we turn to the right on the trail sign vda4.
The path moderately climbs, enters the wood and it continues with small ups and downs.
After having overcome an ancient limekiln (km 3,6) the slope increases. The path widens to mule-track that goes down steep to a fork (km 4,6).
We turn to the left on a forest track that we leave (km 4,7) to take to the right a path.
At the end of the descent (km 4,8) we climb the right shortly before taking back the descent.
We go down a steep and ruined part that it finishes on a pasture on an agricultural track (km 5) that we follow to the right.
The road becomes asphalted and it reaches the main road (km 5,3) that we cross continuing on a mule-track that goes down among the houses of Artaz.
We cross again to road and follow the mule-track that goes out of the country and it goes down among the lawns. In corrispondence of an electric box (km 5,6) the road becomes asphalted.
We go down among the sporting fittingses and we overcome the town hall of La Magdaleine (km 5,8).
We go down to the main road and follow it up to the church (km 6).
We take to the right the alley and we go straight at the near fork among the houses of Brengon.
We go out of the country on the trail sign 8. The mule-track goes down to a bridge (km 6,2), climbs a little and it races among the lawns with beautiful run.
We reach a fork (km 6,7) next to the asphalted road and we turn to the right going down steeply enough in the wood.
We arrive on a forest road (km 7,1) that follow to the left skirting the lake of Lod.
We leave to the right (km 7,4) the link 5.1 and we follow the road that becomes asphalted and it leads to Lod.
To the church (km 7,8) we turn to the right and follow the road up to its term (km 7,9).
We take the mule-track that immediatly turn to the right. We slightly go down on a layout elevated on the pasture and we arrive to the houses of Chaillien (km 8,5) where cross for twice the asphalt.
The mule-track continues passing beside a chapel and goes down with good cleaned run.
We cross the asphalted road (km 9,2) once and another (km 9,6) and reach the asphalt (km 9,9) that we follow to the right.
We don't take to the left the first road, but the second one (km 10,1) that it brings us to the church of Antey where we turn to the left.
We go down straight always among the houses and go out of the country on a mule-track that finishes (km 10,6) on the pedestrian walk.
We turn to the right and arrive the asphalt (km 10,9) near the regional road that we can follow to the left for reaching the square with the tourist office.
Gradient: -1460 ms.
Cycle: 99%
Asphalt: 11%
Observations:
Link 5.1.
To the fork on the lake we turn to the right and take the path. A moderate slope brings us to a near fork where we turn to the left beginning an easy descent in the forest.
After two hairpin bends the inclination increases up to a bridge (km 0,4). We again go down, climb a short ramp and reach another bridge (km 0,5). After another slope the path goes down among the lawns up to a brook (km 0,8).
In light slope we reach Herin (km 1) where we meet the itinerary 15.
Varying 5.1.
After having entered on the dirt road we go down for two hairpin bends. At the second hairpin bend we leave the road and enter the lawn (a few meters ater also the trail sign 6 does the same thing).
With no cycle run we cross the lawn with slight slope aiming for a wet rock that rises from the slant.
We pass to the feet of the rock trying not to go down and climb a grassy back (km 0,4).
In saddle we cross the dorsal meeting a weak and discontinuous trace. We continue toward north overcoming subsidences and morainic ridges. We overcome a rock glacier and reach the base of the west ridge of the Tantanè mountain.
We climb in diagonal the grassy slant that brings us on the ridge where it passes the good path 4 (km 1,3).
We go down to the left and immediately reach the fork of the naturalistic path.
With few meters in slope we overcome a back with rocks and steeply go down in the valley where we cross a brook (km 2).
We ford a brook among two little ponds and we go down to the alp (km 2,4) where we find the main run.
Varying 5.2.
From the point where we arrive on the ridge we turn to the right and face the fatiguing and not cycle slope that brings us to a fork (km 0,3).
The path begins to cross the western slope of the Tantanè with narrow and well kept run but we sometimes crosses some steep slant that ask for prudence.
We cross some subsidences passing under to the neolithic village.
We overcome a stony with passage excellently accomodated and we climb over some small ridge before beginning the final descent that develops ts, partly, on high stairs.
We come to ford a brook and climb the near road (km 2,1) where it passes the itinerary 15.