Percorsi mtb in Valtournenche
Itinerario 18
Discesa da La Magdaleine a Valtournenche

Vai a tutti i percorsi della zona


Aggiornamento: 7/2014
Partenza: La Magdaleine
Come arrivare: Il paese è raggiunto dall'itinerario 3, dall'itinerario 5, dall'itinerario 15.
Itinerario.
Partiamo dalla chiesa di La Magdaleine in località Brengon e saliamo passando sotto al municipio.
Al bivio (km 0,8) svoltiamo a sinistra e saliamo sulla ciclopedonale. Superiamo i bivio per Chamois e arriviamo a un piazzale (km 3,8).
La strada prosegue diventando sterrata e sale con qualche tornante. Superiamo il punto più elevato e scendiamo a un bivio (km 5,2) dove lasciamo a destra la vicina area picnic del Col Pilaz.
La discesa termina a un ponte (km 5,9) da cui saliamo alla vicina alpe Saverou. Ricominciamo la discesa e arriviamo sulla ciclopedonale (km 6,9) che seguiamo a destra.
Superiamo una Cappella e raggiungiamo un ponte (km 8,1) dove inizia l'asfalto.
La strada entra tra le case di Chamois e porta alla piazza del municipio (km 8,5). Giriamo a destra e saliamo sulla ripida stradina lastricata. Al primo bivio saliamo la ripidissima rampa e giriamo a destra al bivio seguente.
In pochi metri raggiungiamo un quadrivio (km 8,8) dove andiamo diritti sulla sterrata diretta al lago di Lod.
Seguiamo la strada per 450 metri e, in corrispondenza di un tornante destro, la lasciamo per prendere un tratturo erboso a sinistra.
Saliamo nel pascolo fino al crinale (km 9,3) e scendiamo a sinistra fino al rifugio Hermitage (km 9,5). Qui troviamo il segnavia vda34 che sale direttamente da Chamois con percorso impedalabile.
Giriamo a destra in una stradina che entra nel bosco e che dobbiamo lasciare quasi subito per imboccare il sentiero a destra.
Iniziamo con una facile discesa ma subito le cose si complicano dovendo salire una corta rampa che supera un pulpito.
Il sentiero prosegue in prevalente salita fino a raggiungere il punto più alto (km 10,1). Dopo pochi metri di discesa incontriamo il sentiero che arriva dal lago di Lod. La discesa è difficile; in alcune parti più pericolose è protetta da ringhiere e vediamo la strada seicento metri sotto di noi.
In nessun punto è permesso cadere. Ogni tanto la discesa è interrotta da brevi e impedalabili salite mentre il sentiero si destreggia tra precipizi, salti di roccia e canaloni.
In vista del lago di Maen arriviamo a una Cappella scavata nella roccia (km 11,5) e scendiamo altri tornanti e alti gradini fino a un ponte (km 11,8).
La discesa è ancora ripida ma le difficoltà si stanno attenuando e improvvisamente ci troviamo a percorrere una pianeggiante passeggiata nella foresta.
Superiamo un prato chiamato il Belvedere e arriviamo alle rovine di Pessey (km 12,6) dove è ancora in piedi l'antica locanda.
La discesa ci porta a Servaz (km 13,6) dove prendiamo la strada a destra e saliamo a un bivio (km 13,7).
Andiamo a sinistra e il percorso cambia nuovamente aspetto.
Superiamo ponti e elaborate passerelle su un tracciato con molti pedoni e arriviamo a Cretaz (km 14,5).
Attraversiamo l'antico paese uscendo sul piazzale con parcheggi a Valtournenche (km 14,7).
Dislivello: 560 m. e -720 m.
Ciclabilità: 97%
Asfalto: 32%
Osservazioni: questo itinerario presenta una parte pericolosa che richiede ottimo controllo della bici. Non esitate a scendere di sella!

mappa  gps  foto  foto  foto  foto  foto

Go down from La Magdaleine to Valtournenche

Updating: 7/2014
Start point: La Magdaleine
How to arrive: The country is reached by the itinerary 3, by the itinerary 5, by the itinerary 15.
Itinerary.
We depart from the church of La Magdaleine in the place Brengon and go up passing under to the town hall.
At the fork (km 0,8) we turn to the left and we climb on the cycle and pedestrian road. We overcome the fork for Chamois and we arrive to a square (km 3,8).
The road continues becoming unpaved and climbs with some hairpin bend. We overcome the most elevated point and go down to a fork (km 5,2) where we leave to the right the near area picnic of the Pilaz Pass.
The descent finishes to a bridge (km 5,9) from which we go up to the near alp Saverou. We restart the descent and we arrive on the cycle and pedestrian road (km 6,9) that we follow to the right.
We overcome a Chapel and reach a bridge (km 8,1) where the asphalt begins.
The road enters between the houses of Chamois and leads to the square of the town hall (km 8,5). We turn to the right and we climb the steep paved road. At the first fork we climb the steep ramp and we turn to the right at the following fork.
In few meters we reach a crossroads (km 8,8) where we go straight on the dirt road directed to the lake of Lod.
We follow the road for 450 meters and, in correspondence of a right hairpin bend, we leave it to take to the left a grassy track.
We go up on the pasture up to the ridge (km 9,3) where we go down to the left up to the hut Hermitage (km 9,5). We find here the trail sign vda34 that directly climbs from Chamois on nocycle run.
We turn to the right on a narrow road that enters the wood and that we have almost immediately to leave to take to the right the path.
We begin with an easy descent but the things immediately are complicated having to climb a short ramp that overcomes a pulpit.
The path continues in prevailing slope up to reach the highest point (km 10,1). After few meters of descent we meet the path that arrives from the lake of Lod. The descent is difficult; in some more dangerous parts it is protected by handrails and we can see the road six hundred meters under of us.
In any point it is permitted to fall. Sometimes the descent is interrupted by short and no cycle slope while the path manages its among precipices, jumps of rock and gullies.
In sight of the lake of Maen we arrive to a Chapel dug in the rock (km 11,5) and we go down other hairpin bends and high steps up to a bridge (km 11,8).
The descent is agian steep but the difficulties it's attenuating and suddenly we find us to cross a level walk in the forest.
We overcome a lawn called the Belvedere and we reach the ruins of Pessey (km 12,6) where the ancient inn is again standing.
The descent brings us to Servaz (km 13,6) where we take to the right the road and go up to a fork (km 13,7).
We go to the left and the run again changes aspect.
We overcome bridges and elaborate gangways on a large path with many pedestrians and we reach Cretaz (km 14,5).
We cross the ancient country going out on the square with parking lot to Valtournenche (km 14,7).
Gradient: 560 ms. and -720 ms.
Cycle: 97%
Asphalt: 32%
Observations: this itinerary has a dangerous part that asks for good control of the bike. Not hesitate to go down of saddles!