Itinerari mtb in Valle Varaita
Itinerario 5
Discesa dal Passo della Losetta al rifugio Vallanta

Vai a tutti i percorsi della zona


Aggiornamento: 7/2015
Partenza: Passo della Losetta
Come arrivare: Il Passo è raggiunto dall'itinerario 2.
Itinerario.
In comune con l'itinerario 4 seguiamo il grosso sentiero che scende verso la Valle di Vallanta e raggiunge una caserma in rovina (km 0,2; possibile riparo di emergenza).
Proseguiamo in discesa con molti tornanti rovinati dalle scorciatoie che cerchiamo di evitare per non fare peggiori danni e arriviamo a un bivio segnalato (km 0,6) dove giriamo a sinistra.
Il sentiero attraversa una valletta, gira un costone e si impegna nel percorrere una cengia un po' esposta e delicata.
La traversata prosegue, non molto ciclabile, fino a raggiungere un bivio (km 2,1) dove saliamo a sinistra per raggiungere il vicino Passo di Vallanta (km 2,3) da dove è possibile scendere in Francia.
Torniamo indietro al bivio e teniamo la sinistra scendendo alla base di una paretina che costeggiamo.
Scendiamo con qualche tornante e iniziamo la ripida discesa tra il torrente e la parete.
I tornanti sono spesso molto difficili, stretti, ripidi e scalinati e il sentiero è a volte coperto dalle frane cadute dalla incombente parete.
Al termine della gola (km 4) il sentiero si distende e scendiamo senza troppe difficoltà fino a un piccolo bivio (km 4,7).
Saliamo a sinistra per superare un dosso e scendere sul largo sentiero del rifugio Gagliardone che seguiamo a destra fino al rifugio Vallanta (km 4,9).
Dal rifugio seguiamo la stradina di servizio che raggiunge l'itinerario 4 che seguiamo in discesa.
Dislivello: -505 m.
Ciclabilità: 78%
Asfalto: -%
Osservazioni:


mappa  gps  foto  foto  foto


Updating: 2015/7
Start point: Losetta Pass
How to arrive: The Pass is reached by the itinerary 2.
Itinerary.
In common with the itinerary 4 we follow the big path that goes down toward the Valley of Vallanta and it reaches a ruined barracks (km 0,2; possible shelter of emergency).
We continue in descent with many hairpin bends ruined by the shortcuts that we try to avoid for not making worse damages and we reach a signalled fork (km 0,6) where turn to the left.
The path crosses a glen, it turns a ridge and it engaes to cross a ledge some exposed and delicate.
The crossing continues, not very cycle, up to reach a fork (km 2,1) where we go up to the left for reaching the close Pass of Vallanta (km 2,3) from where is possible to go down in France.
We return back to the fork and we keep the left going down at the base of a small wall that we skirt.
We go down with some hairpin bend and begin the steep descent between the stream and the wall.
The hairpin bend are often very difficult, narrow, steep and stepped and the path it is covered at times by the landslides fallen by the incumbent wall.
At the end of the gorge (km 4) the path extends and we go down without too difficulties up to a small fork (km 4,7).
We climb the left for overcoming a back and to go down on the wide path of the hut Gagliardone that we follow to the right up to the hut Vallanta (km 4,9).
From the hut we follow the service road that reaches the itinerary 4 that we follow in descent.
Gradient: -505 ms.
Cycle: 78%
Asphalt: -%
Observations: